• caracatanzaro

Il progetto di Cara Catanzaro: ripulire la città dai graffiti

"Cerchiamo aiuto di imprenditori. Intanto abbiamo rimosso le scritte sul San Giovanni con il consenso del sindaco a nostre spese"


Continuano gli scempi e gli attentati al decoro urbano della nostra città. - si legge in un comunicato a firma di Claudio Pileggi presidente dell'Associazione Culturale Cara Catanzaro - Come se non bastassero le tante problematiche al riguardo, e per le quali la nostra Associazione ha da circa un anno avviato una collaborazione con il Comune che ha portato intanto all’inserimento delle linee guida nel PSC, piano strutturale comunale, e che dovrebbe portare a breve alla costituzione di una apposita Consulta comunale al riguardo, alcuni cittadini continuano a procurare danni anche al patrimonio artistico più prezioso della città, come il Complesso Monumentale del San Giovanni. E’ di pochi giorni fa l’apparizione di una scritta tanto grande e devastante, quanto becera nel contenuto, proprio sul muraglione accanto alla statua del Cavatore. Anni fa avevamo provveduto a ripulire da analoghe scritte il terrazzo e la torre dello stesso Complesso Monumentale, insieme ad altri palazzi storici della città. Oggi abbiamo provveduto, con il consenso del Sindaco e sempre a nostre spese, alla ripulitura della scritta in questione, convinti come siamo che cittadinanza attiva significa non soltanto filosofia e segnalazioni, quanto interventi concreti. La problematica degli imbrattamuri, per la quale sin dalla nostra costituzione ci battiamo, è certo di difficile soluzione ma deve essere necessariamente affrontata in quanto apporta alla città una sensazione di degrado e abbandono che penalizza a dismisura l’immagine della stessa agli occhi non soltanto dei visitatori, ma anche degli stessi cittadini. A questo proposito, abbiamo da tempo nel cassetto un progetto che consentirebbe di ripulire l’intera città dai graffiti che deturpano palazzi pubblici e privati, attività commerciali, beni artistici. Il nostro progetto prevede inoltre la manutenzione dei fabbricati ripuliti mediante l’applicazione, dopo la ripulitura, di un protettivo antigraffiti che renderebbe lavabili con un semplice getto d’acqua eventuali ulteriori scritte. A questo scopo abbiamo a disposizione un preventivo di una ditta specializzata per la ripulitura e la manutenzione per ben quattro anni dell’intero territorio comunale, che ammonta a circa ottantamila euro, oltre Iva. Certamente una cifra non impossibile, e che rappresenterebbe un investimento produttivo per la città, alla quale restituirebbe un ritorno d’immagine di un valore inestimabile. Ci appelliamo quindi, questa volta, non tanto alla politica, quanto alle forze imprenditoriali cittadine, affinchè, magari in collaborazione, vogliano “sponsorizzare” questa importantissima iniziativa. Per loro sarebbe un investimento pubblicitario di notevole valore, nonché una dimostrazione di amore verso il territorio nel quale operano. Un appello che estendiamo anche alle banche ed alle imprese assicuratrici, che altrove sponsorizzano ben volentieri iniziative tese al bene collettivo, tra l’altro inserite spesso nei propri statuti, ma che nella nostra città non si sono purtroppo mai “sbilanciate” al riguardo.

Diamo tutti insieme una svolta.   

0 visualizzazioni
  • Facebook App Icon